Nuova sede Gruppo Triveneta srl

  • Luogo: Veggiano (PD)
  • Committente: Gruppo Triveneta Srl
  • Progettista: Arch. Gian Carlo Magnoli, studio Magnoli&Partners
  • Anno: 2018
  • Tempo di realizzazione: Interventi LignoAlp: 2 mesi
  • Sistema costruttivo: Pareti interne portanti a telaio; tetto: travi primarie e secondarie con pacchetto “chiuso” all’estradosso del tavolato e controsoffittatura all’intradosso

1.10.2020: Visita sede aziendale gruppo Triveneta – clicca per informazioni e iscrizione

Recuperare una capannone industriale e convertirlo in un edificio eco-sostenibile, autonomo energeticamente e incentrato sul benessere abitativo: questi sono stati gli obiettivi del progetto della nuova sede di Gruppo Triveneta Srl. L’azienda ha intrapreso questo percorso per avere a disposizione una luogo che rifletta la filosofia aziendale, incentrata sull’attenzione ai bisogni della persona.

Per raggiungere gli obiettivi strutturali e di performance desiderate, le fasi di analisi e progettazione sono state molto attente e dettagliate, supportate dall’uso del software BIM. LignoAlp è stata coinvolta fin dall’inizio nel team di progettazione.

Già dalla fase di ideazione del progetto di recupero industriale, quella del legno è stata una scelta imprescindibile sia per il cliente, che per l’architetto. Le enormi potenzialità rappresentate da questa materia prima coinvolgono più aspetti, tra cui il legame all’eco-sostenibilità, le capacità strutturali e la possibilità di creazione di ambienti architettonici unici e funzionali.

In seguito alla demolizione dei locali interni al capannone e alla rimozione della copertura in cemento sono stati creati i cordoli di supporto alle nuove pareti strutturali, costituenti i nuovi uffici. Rispetto alla struttura originale del capannone, è stata mantenuto solamente il telaio costituito da travi e pilastri in cemento armato con le relative pareti perimetrali esterne di tamponamento.

Successivamente alla rimozione della copertura, LignoAlp ha iniziato l’intervento sfruttando l’apertura del tetto per calare i moduli in legno che costituivano le pareti e i nuovi elementi strutturali per la copertura.

La ricostruzione del tetto, in legno, è stata una delle fasi del progetto più affascinante e ingegneristica. Sfruttando il peso contenuto della nuova copertura, rialzata rispetto lo stato iniziale del capannone, è stato possibile sfruttare al massimo l’estensione della superficie per l’installazione di pannelli fotovoltaici che hanno permesso alla struttura di raggiungere l’indipendenza energetica.

gruppo-triveneta-luigi-schiavo-660-390

Una scelta sostenibile e funzionale

Già dalla fase di ideazione del progetto di recupero industriale, quella del legno è stata una scelta imprescindibile sia per noi, che per l’architetto. Le enormi potenzialità rappresentate da questa materia prima coinvolgono più aspetti, tra cui il legame all’eco-sostenibilità, le capacità strutturali e la possibilità di creazione di ambienti architettonici unici e funzionali

Luigi Schiavo, amministratore delegato Gruppo Triveneta

Ci contatti!

Saremo felici di parlare assieme a Lei del Suo prossimo progetto. Compili il formulario, La contatteremo prontamente!